Prima ti sposo e poi ti rovino

Domani sera, su La5 alle 21:10, andrà in onda una commedia molto piacevole che vale assolutamente la pena di essere vista, o rivista: Prima ti sposo, poi ti rovino, a cui abbiamo dedicato un articolo dettagliato, che vi lasciamo qui di seguito. Buona lettura e buona visione!

Ma quanto carino è questo film? E perché non l’avevo mai visto?!

Nel 2003, i fratelli Cohen hanno scritto, diretto e prodotto un film davvero intelligente, divertente e pure romantico, a suo modo, che non guasta, come non guasta che ad essere i protagonisti siano Katherine Zeta Jones e George Clooney, una coppia insolita ma strepitosa. Perfetta per la parte, come si dice. E come dicevo, ripeto, non sono riuscita a capire come questa commedia mi sia sfuggita. Forse perché, essendo il mio genere, davo per scontato di averla già vista. Perché, le commedie che intrecciano avvocati e cause legali con matrimoni, cinismo con romanticismo e via dicendo, mi sono da sempre piaciute. Tanto. Perché il confronto tra i due temi e il contrasto tra Amore Puro e interessi personali, matrimonio in bianco e contratti prematrimoniali, risulta spesso vincente. Poi, se dietro la macchina da presa ci sono i fratelli Cohen, allora il successo è assicurato.

A tal proposito, riguardo il genere di film, e non i fratelli registi, ho scritto da poco un articolo su un’altro pellicola legal-romantic (è un mio neologismo, ma ci sta, spero ☺️) rivista da poco, per l’ennesima volta, e per l’ennesima volta apprezzata: Matrimonio in appello – Laws of attraction con Pierce Brosnan e Julianne Moore. Vi abbiamo proposto l’articolo che la riguarda poco tempo fa, ma se c’è la foste persa, vi lasciamo qui il LINK diretto: Matrimonio in appello – Laws of attraction.

Prima ti sposo e poi ti rovino, nel campo delle commedie romantiche, ha decisamente una marcia (cinica) in più. Ma manca, a tratti, di eleganza. Sì l’ho detto e non posso tirarmi indietro. Il gusto del grottesco e dell’assurdo voluto e ben gestito, proprio dei Cohen, emerge anche in questo loro film piuttosto atipico per i loro standard. Tanto che qualcuno, un po’ snob, forse, ha marchiato Prima ti sposo e poi ti rovino come film solamente “alimentare”. Come a dire: girato solo per il guadagno, credo. Ma, dopo tutto, la classe non è acqua e, laddove forse manca quel tocco di eleganza insita in questo genere di commedie fin dagli albori degli anni Cinquanta, è pur vero che si riconosce chiaramente il marchio di fabbrica della direzione artistica che prende il film. Piacevole, in ultima istanza, proprio anche perché così insolito. Volutamente insolito.

La trama è presto detta: lui è un cinico bravissimo avvocato divorzista abituato a non perdere mai, lei una bellissima donna in cerca del matrimonio – o meglio del divorzio milionario – che le sistemi la vita. E anche lei nel suo è una fuoriclasse. Però, in mezzo a tanti colpi di scena e a una buona dose di cinismo, l’amore, com’era prevedibile, in fondo ci mette lo zampino. Ma molto in fondo, però.

E voi? Avete mai visto questa commedia divertente? Fateci sapere i vostri pareri!

Un abbraccio, Greta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: